venerdì 2 aprile 2021

Concedere una boccata d'aria alla nostra mente. Un luogo sicuro: première su YouTube sabato 3 aprile ore 12:00


Sabato 3 aprile ore 12:00
appuntamento su YouTube per la première della pratica
Un luogo sicuro
per partecipare collegarsi al link:
La pratica resterà sul canale allo stesso link anche successivamente.
Auguri di serena Pasqua a tutti!
***
Con oltre un anno di pandemia sulle spalle, preso atto della gran fatica che comporta per noi tutti fare i conti con un mondo invaso da un nemico minaccioso e invisibile, la pratica del luogo sicuro è un modo compassionevole di concedere una boccata d'aria alla nostra mente. La portiamo letteralmente a fare una passeggiata, e questa volta non perché ci sia sfuggita di mano cominciando a vagare per conto suo, ma perché abbiamo deciso intenzionalmente di farle un regalo, darle la medicina di cui ha bisogno, curare la sua obiettiva stanchezza prima che diventi per noi schiacciante. 
Questa pratica, soprattutto se ripetuta varie volte, può consentirci di sperimentare (anche a livello fisico oltre che emotivo) le sensazioni di calma, pace, conforto che ci vengono dal sentirci al sicuro in un certo posto, compensando così gli effetti negativi che ha su di noi la percezione costante della minaccia. 
*** 
"Un luogo sicuro" non è una pratica di Mindfulness. È una visualizzazione guidata che propongo nell'ambito del programma "4 incontri di Mindfulness e Compassione ", un percorso di gruppo ispirato alle teorie e alle tecniche di Paul Gilbert, ideatore della Compassion Focused Therapy. 
L'approccio alla sofferenza, in quest'ottica, è duplice:
 - in primo luogo, con le pratiche di Mindfulness, la sofferenza viene avvicinata, esplorata, conosciuta, accettata; 
- in seconda battuta, con le pratiche di Compassione, ci si impegna attivamente per cercare di lenirla, alleviarla, prevenirla.
***

Il programma "4 incontri di Mindfulness e Compassione - livello base" avrà inizio il 6 aprile





venerdì 26 febbraio 2021

Nuovo ciclo di incontri di Mindfulness e Compassione - livello base - in partenza il 6 aprile

E se essere più gentili con noi stessi e con gli altri ci facesse così bene da meritare uno specifico allenamento?
E se questo fosse spiegato dalla scienza di oggi (psicologia evoluzionista) e reso possibile da collaudati strumenti derivati da antichissime tradizioni spirituali?
Dal 6 aprile su Zoom ''4 incontri di Mindfulness e Compassione livello base''. Presentazione gratuita il 23 marzo. 
Partecipazione su prenotazione, previo colloquio conoscitivo, fino a esaurimento posti.

Per informazioni e iscrizioni


Come già annunciato sulla pagina degli eventi, dopo la felice esperienza delle due precedenti edizioni, viene riproposto ad aprile il corso

4 INCONTRI DI MINDFULNESS E COMPASSIONE 
LIVELLO BASE

Il corso si terrà online su Zoom nei giorni 6, 13, 20, 27 aprile 2021 dalle 18:00 alle 20:45.

Il giorno 23 marzo 2021 dalle 18:30 alle 20:00 si terrà inoltre, sempre su Zoom, una presentazione gratuita del corso stesso.

Si tratta di un breve ciclo di incontri, dal taglio fortemente esperienziale, basato su pratiche che ci insegnano:
  • a prenderci cura dei nostri stati interni, con gentilezza, delicatezza e benevolenza,
  • ad allenare il nostro sistema calmante che ci dona un senso di sicurezza e appagamento,
  • a coltivare un atteggiamento più gentile e benevolo verso noi stessi e verso gli altri, e più ricettivo rispetto alla gentilezza e benevolenza altrui nei nostri confronti.

La compassione può essere definita come una particolare sensibilità alla sofferenza (propria e altrui) unita alla motivazione a contribuire ad alleviarla o a prevenirla.
Gli esercizi proposti sono ispirati alle teorie e alle tecniche di Paul Gilbert (ideatore della CFT - Compassion Focused Therapy), il quale riconduce la compassione al sistema calmante dell'appagamento,   secondo un modello scientifico neuro-psicologico di stampo evoluzionistico. 

Gli esercizi comprendono pertanto anche pratiche immaginative tese ad attivare questo sistema e che sono  tecnicamente estranee alla mindfulness pura (dove l'invito è solo di prestare attenzione all'esperienza presente e al flusso del nostro mondo interno ed esterno, in modo accettante e non giudicante).

Viene suggerita infine un'apertura intenzionale al comportamento compassionevole (distinguendo la gentilezza sottomessa dal comportamento autenticamente compassionevole) tenendo conto che, come dice lo stesso Paul Gilbert, "abbiamo a disposizione sempre più evidenze scientifiche che dimostrano come comportarsi in modo gentile e fare cose per gli altri ha un forte impatto sul nostro benessere".

Durante gli incontri:
  • si apprende esperienzialmente un ricco ventaglio di meditazioni e altre tecniche;
  • ci si confronta con gli altri partecipanti durante condivisioni di gruppo e di coppia;
  • si ricevono brevi spiegazioni teoriche sui fondamenti scientifici delle tecniche proposte;
  • si ricevono indicazioni per il proseguimento delle attività a casa, supportate da schede e file audio.
Quota di partecipazione ai 4 incontri:
  • 100,00 euro (+ 2,00 per bollo = 102,00) per iscrizioni entro il 28 febbraio 2021; 
  • 120,00 euro (+ 2,00 per bollo = 122,00) per iscrizioni in date successive.

C'è un luogo sicuro dentro di noi, che possiamo scoprire, coltivare e abitare, per prenderci cura amorevolmente e responsabilmente di noi stessi, degli altri e delle nostre vite.



Per iscrizioni e informazioni scrivere a: psicologa.altiero@gmail.com

sabato 13 febbraio 2021

Meditazione per una persona amata. Première su YouTube il 14 febbraio alle ore 00:00


Meditazione per una persona amata. Première su YouTube a mezzanotte al link:

https://youtu.be/YtWj3Bqe-9g

Vi aspetto per praticare insieme!

***

Quest'anno per San Valentino una meditazione dedicata ad una persona che amiamo, una persona che ogni volta che ci viene in mente ci porta gioia nel cuore, ci fa sorridere.

Non deve trattarsi necessariamente di un partner sentimentale. A volte può trattarsi anche di un nipotino, di un nonno, di un gatto, di un altro essere vivente facile da amare e che merita di essere ricordato nel giorno in cui si celebra l'amore.

Ricordiamo a noi stessi come ci sentiamo bene quando portiamo nel cuore un sentimento d'amore genuino, caldo, nutriente.

Portiamo l'attenzione su tutta la ricchezza e la gioia che ci viene da questo sentimento e sull'augurio spontaneo di ogni bene che scorre come un fluido da noi verso un'altra persona, per il solo fatto di amarla e di tenerla nel cuore.

La traccia audio resterà sul canale anche successivamente al medesimo link, sia per chi non potesse collegarsi alla première, sia per chi vorrà ripeterla anche altre volte.

Buona pratica e buon San Valentino a tutti!





***


giovedì 28 gennaio 2021

Programma MBSR ON-LINE edizione primavera 2021


EVENTO: programma MBSR ON-LINE edizione primavera 2021
(Mindfulness Based Stress Reduction)

Il Protocollo MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction è un programma per la riduzione dello stress basato sulla consapevolezza (mindfulness), la cui efficacia è stata dimostrata da molte ricerche scientifiche a livello internazionale. 
Dura otto settimane. 
Sviluppato a partire dal 1979 dal Prof. Jon Kabat-Zinn, presso l’Università di Worcester (Boston) Massachusetts, il programma MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction si è rivelato utile per affrontare molte problematiche connesse allo stress o causa di stress. È quindi indicato per tutte le condizioni di vita difficili, di breve o lunga durata. 
Durante il programma si apprendono varie pratiche di mindfulness sia formali sia informali (pratiche sul respiro, sulle sensazioni, sui suoni, sui pensieri, monitoraggio aperto, body scan, meditazione camminata, mindful yoga, esperienze di mindful eating e di mindfulness relazionale); si ricevono informazioni anche teoriche sullo stress; si condividono le proprie esperienze con altre persone, in coppia o in gruppo. 
Ai partecipanti al programma MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction è richiesto un impegno di pratica quotidiana a casa, supportato da schede cartacee e file audio forniti di volta in volta.

QUANDO: dall'11 maggio al 29 giugno 2021, ogni martedì ore 18:00/20:30
Questa edizione on-line prevede anche la giornata di pratica intensiva. 
Essa è opzionale ed è fissata per domenica 20 giugno ore 12:00/17:00.

DOVE: On-line su Piattaforma Zoom.

COME: 
- prenotarsi inviando una richiesta via email a psicologa.altiero@gmail.com
- lasciare il proprio numero di telefono
- si verrà richiamati per un breve colloquio conoscitivo
- si riceveranno via e-mail tutte le informazioni per iscriversi.

COSTI:
242,00 euro (240,00 + 2,00 euro per bollo = tot.242,00 euro) per gli 8 incontri settimanali
+30,00 euro per la giornata di pratica intensiva, se prenotata entro il giorno 11 maggio 2021 (fa fede la data dell'ordine di bonifico)

L'adesione alla giornata di pratica intensiva attuata dopo l'11 maggio 2021, ha un costo di 
40,00 euro ed è subordinata alla effettiva disponibilità di posti, in quanto ad essa possono                       partecipare anche coloro che provengono da precedenti gruppi MBSR, fino a esaurimento posti.

Agevolazioni:
- per nuovi partecipanti che si iscrivono entro il 31 marzo 2021:
202,00 euro (200,00 + 2,00 euro bollo = tot.202,00 euro) per gli 8 incontri settimanali
+20,00 euro per la giornata di pratica intensiva se prenotata anch'essa entro il 31 marzo 2021;

- per nuovi partecipanti che si iscrivono entro il 16 aprile 2021:
222,00 euro (220,00 + 2,00 euro bollo = tot.222,00 euro) per gli 8 incontri settimanali
+20,00 euro per la giornata di pratica intensiva se prenotata anch'essa entro il 16 aprile 2021;

- per chi ripete il programma, in qualunque momento si iscriva: 
122,00 euro (100,00 + 2,00 euro bollo = tot.122,00 euro) per gli 8 incontri settimanali
 +30,00 euro per la giornata di pratica intensiva.

Chi ha già partecipato al programma può iscriversi anche alla sola giornata di pratica intensiva, al costo di 30,00 euro, compatibilmente con la disponibilità di posti (fino al giorno 11 maggio  2021 è data priorità alle adesioni di coloro che sono iscritti anche agli 8 incontri).  

CON CHI: conduce il programma Maria Michela Altiero, psicologa e mindfulness trainer

RISERVATEZZA: i contenuti del programma on-line vengono condivisi solo tra i partecipanti, con impegno personale di ciascuno a rispettare il clima di intimità in cui si svolgono gli incontri. 

ALTRE INFORMAZIONI UTILI:
Il canale YouTube di Maria Michela Altiero fornisce varie tracce audio per supportare i partecipanti al programma MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction durante il lavoro a casa, sia durante il programma, sia successivamente.
È importante precisare che le sole tracce audio non possono considerarsi sostitutive del programma MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction, la cui efficacia ai fini della riduzione dello stress è dovuta a vari fattori.
I partecipanti infatti durante il programma MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction:
- ricevono indicazioni fondamentali per la corretta impostazione delle pratiche di mindfulness;
- vengono guidati, passo dopo passo e con indicazioni personalizzate, a cogliere aspetti salienti della consapevolezza di tipo mindfulness;
- vengono aiutati a indagare e a chiarire a sé stessi i vari aspetti della propria esperienza;
- vengono sostenuti nel cogliere il nesso e l'utilità delle pratiche di mindfulness apprese rispetto alle dimensioni stressanti della loro vita reale;
- vengono aiutati a non travisare il senso della mindfulness e a non scambiarla per ciò che non è;
- vengono messi in condizione di poter dedicare un tempo all'apprendimento delle pratiche di mindfulness, in un contesto protetto che facilita l'esperienza, lontano dalle pressioni e dalle richieste della vita ordinaria, a cui poi si torna con un atteggiamento nuovo, che consente di relazionarsi in maniera più funzionale (e anche più quieta, più saggia, meno allarmata) alle sfide di ogni giorno.





Hai mai fatto l'esperienza di fermarti del tutto,
di essere così totalmente nel tuo corpo,
di essere così totalmente nella tua vita
che quel che già sapevi e quello che non sai,
e quel ch'è stato e quel che ancora dev'essere,
e le cose come stanno proprio ora
non ti danno neanche un filo d'ansia o disaccordo?
Sarebbe un momento di presenza totale,
al di là della lotta, al di là della mera accettazione,
al di là della voglia di scappare o sistemar le cose o tuffarcisi dentro a testa bassa:
un momento di puro essere, fuori dal tempo,
un momento di pura vista, pura percezione,
un momento nel quale la vita si limita a essere,
e quell'"essere" ti prende, ti afferra con tutti i sensi,
tutti i ricordi, fin dentro i geni,
in ciò che più ami,
e ti dice: benvenuto a casa.
(Jon Kabat-Zinn)


 per informazioni e prenotazioni
psicologa.altiero@gmail.com



Photo by  Rowan Heuvel  and  Faye Cornish on Unsplash 

giovedì 31 dicembre 2020

Compassione. Una pratica di fine anno per "Illuminare la notte"



Meditazione di fine anno. Evento gratuito online al link

***
Appuntamento il 31 dicembre alle ore 18:00 su YouTube per la première della meditazione: "Illuminare la notte", ispirata all'antica pratica tibetana del Tonglen e guidata dalla voce di Maria Michela Altiero, psicologa e mindfulness trainer.
Durata totale della pratica 60 minuti. 
Data la sua lunghezza, la meditazione è stata suddivisa in 3 tempi (20/45/60 minuti) ed è quindi possibile farne anche solo una parte.
***
La pratica "Illuminare la notte" viene proposta il 31 dicembre 2020, alla fine di un anno molto pesante per tutta l'umanità, perché possa essere non solo di conforto e sostegno in un momento ancora così buio, ma anche di ispirazione per tutti coloro che credono nel potere del cuore, nella forza trasformatrice dell'amore, del calore, della gentilezza, della compassione.
Questa pratica è liberamente ispirata ad un'antica meditazione tibetana denominata Tonglen, la cui essenza sta nella disponibilità ad accogliere compassionevolmente nel proprio cuore il buio della sofferenza e della negatività proprie e altrui e a restituire in cambio luce, gentilezza e intenzioni benevole e positive.
Possiamo fare questa pratica da soli o insieme ad altre persone.
Possiamo farla per 20 minuti, per cominciare a sentire che qualcosa può accendersi nel nostro cuore, scaldandolo e illuminandolo.
Possiamo farla per 45 minuti, per provare a prenderci cura del nostro buio personale, illuminandolo e scaldandolo con il respiro del nostro cuore.
Possiamo farla per intero, e cioè per 60 minuti, per accogliere nel cuore le varie forma di sofferenza altrui, simili o diverse dalla nostra, portando le nostre luminose intenzioni compassionevoli a diffondersi tutt'intorno a noi fino a comprendere l'intera umanità e ogni forma di vita sul pianeta.
Per la prima parte della pratica, che si fa seduti e ad occhi aperti, è utile procurarsi una candela o un'altra fonte di luce calda.
Per la seconda parte della pratica - che di base è un bodyscan compassionevole da fare ad occhi chiusi, in posizione sdraiata o altra posizione confortevole - può essere utile procurarsi una superficie su cui distendersi, una copertina e dei cuscini; è inoltre consigliabile in questa fase spegnere la candela, per non lasciare una fiamma incustodita nel caso ci si addormentasse.
Nella terza parte, si prosegue la pratica nella posizione già assunta nella seconda parte



I MIEI MIGLIORI AUGURI DI BUON ANNO A VOI TUTTI!

giovedì 24 dicembre 2020

Pratiche di compassione. Meditazione sul perdono


***

Première oggi alle ore 17:00 della pratica:
"MEDITAZIONE SUL PERDONO"
sul mio canale YouTube al link: https://youtu.be/S2iRWXbi5YQ

***


***

A seguire, il video di introduzione
alla "Meditazione sul perdono"
e alla pratica
"Body Scan e Tonglen" 
(in programma per il 31 dicembre), 
pubblicato alcuni giorni fa su YouTube

***


***
Auguro a voi tutti di vero cuore
BUON NATALE E BUONA PRATICA.






sabato 12 dicembre 2020

Nuovi incontri di mindfulness e compassione: livello base e livello avanzato


Ecco i primi eventi in calendario per il 2021.

***
4 INCONTRI DI MINDFULNESS E COMPASSIONE - LIVELLO BASE

Online su Zoom
nei giorni 12, 19, 26 gennaio e 2 febbraio 2021 
dalle 18:00 alle 20:30

***

4 INCONTRI DI MINDFULNESS E COMPASSIONE - LIVELLO AVANZATO (di consolidamento e approfondimento per chi ha partecipato ai 4 incontri del livello base)

Online su Zoom
nei giorni 23 febbraio e 2, 9, 16 marzo 2021 
dalle 18:00 alle 20:30

***

Si tratta di due brevi cicli di incontri, dal taglio fortemente esperienziale, basati su pratiche che ci insegnano:

  • a prenderci cura dei nostri stati interni, con gentilezza, delicatezza e benevolenza,
  • ad allenare il nostro sistema calmante che ci dona un senso di sicurezza e appagamento,
  • a coltivare un atteggiamento più gentile e benevolo verso noi stessi e verso gli altri, e più ricettivo rispetto alla gentilezza e benevolenza altrui nei nostri confronti.

La compassione può essere definita come una particolare sensibilità alla sofferenza propria e altrui unita al desiderio di alleviarla e ad un impegno in tal senso.
Gli esercizi proposti sono ispirati alle teorie e alle tecniche di Paul Gilbert (ideatore della CFT - Compassion Focused Therapy), il quale riconduce la compassione al sistema calmante dell'appagamento,   secondo un modello scientifico neuro-psicologico di stampo evoluzionistico. 

Gli esercizi comprendono pertanto anche pratiche immaginative tese ad attivare questo sistema e che sono  tecnicamente estranee alla mindfulness pura (dove l'invito è solo di prestare attenzione all'esperienza presente e al flusso del nostro mondo interno ed esterno, in modo accettante e non giudicante).

Viene suggerita infine un'apertura intenzionale al comportamento compassionevole (distinguendo la gentilezza sottomessa dal comportamento autenticamente compassionevole) tenendo conto che, come dice lo stesso Paul Gilbert, "abbiamo a disposizione sempre più evidenze scientifiche che dimostrano come comportarsi in modo gentile e fare cose per gli altri ha un forte impatto sul nostro benessere".

Durante gli incontri:
  • si apprende esperienzialmente un ricco ventaglio di meditazioni e altre tecniche;
  • ci si confronta con gli altri partecipanti durante condivisioni di gruppo e di coppia;
  • si ricevono brevi spiegazioni teoriche sui fondamenti scientifici delle tecniche proposte;
  • si ricevono indicazioni per il proseguimento delle attività a casa, supportate da schede e file audio.
Quota di partecipazione ai 4 incontri del livello base (inizio 12 gennaio):
  • 100,00 euro (+ 2,00 per bollo = 102,00) per iscrizioni entro il 30 dicembre; 
  • 120,00 euro (+ 2,00 per bollo = 122,00) per iscrizioni in date successive.
Quota di partecipazione ai 4 incontri del livello avanzato (inizio 23 febbraio):
  • 100,00 euro (+ 2,00 per bollo = 102,00) per iscrizioni entro il 30 dicembre; 
  • 120,00 euro (+ 2,00 per bollo = 122,00) per  iscrizioni in date successive.





C'è un luogo sicuro dentro di noi, che possiamo scoprire, coltivare e abitare, per prenderci cura amorevolmente e responsabilmente di noi stessi, degli altri e delle nostre vite.

Per iscrizioni e informazioni scrivere a: psicologa.altiero@gmail.com
***

***



***

Maria Michela Altiero
psicologa, counselor, life coach e
istruttrice di pratiche di mindfulness
Contatti: www.mariamichelaaltiero.it 
psicologa.altiero@gmail.com +39 3888257088

sabato 28 novembre 2020

Ospite ieri su YouTube per un'intervista sul tema "Mindfulness: cos'è?"

Con piacere ho accettato l'invito di Angela Chiumenti a rilasciarle un'intervista sull'argomento: "Mindfulness: cos'è?". Si è trattato più che altro di una chiacchierata amichevole che ha consentito di trattare un tema complesso in maniera semplice e  informale.

Ecco il video, per chi avesse piacere di vederlo.

  


martedì 10 novembre 2020

4 incontri di mindfulness e compassione - dal 24 novembre al 15 dicembre



C'è un luogo sicuro dentro di noi, che possiamo scoprire, coltivare e abitare, per prenderci cura amorevolmente e responsabilmente di noi stessi, degli altri e delle nostre vite.

4 INCONTRI DI MINDFULNESS E COMPASSIONE
condotti da
Maria Michela Altiero psicologa e mindfulness trainer
Online su Zoom
nei giorni 24 novembre, 1, 8, 15 dicembre
dalle 18:00 alle 20:30

Si tratta di un breve ciclo di incontri, dal taglio fortemente esperienziale, basato su pratiche che ci insegnano:
  • a prenderci cura dei nostri stati interni, con gentilezza, delicatezza e benevolenza,
  • ad allenare il nostro sistema calmante che ci dona un senso di sicurezza e appagamento,
  • a coltivare un atteggiamento più compassionevole verso noi stessi e verso gli altri, e più ricettivo rispetto alla compassione altrui nei nostri confronti.
La compassione può essere definita come una particolare sensibilità alla sofferenza umana propria e altrui unita al desiderio di lenirla.
Gli esercizi proposti sono ispirati alle teorie e alle tecniche di Paul Gilbert (ideatore della CFT - Compassion Focused Therapy), il quale riconduce la compassione al sistema calmante dell'appagamento,   secondo un modello scientifico neuro-psicologico di stampo evoluzionistico. 
Gli esercizi comprendono pertanto anche pratiche immaginative tese ad attivare questo sistema e che sono  tecnicamente estranee alla mindfulness pura (dove l'invito è solo di prestare attenzione all'esperienza presente e al flusso del nostro mondo interno ed esterno, in modo accettante e non giudicante).
Viene suggerita infine un'apertura intenzionale al comportamento compassionevole (distinguendo la gentilezza sottomessa dal comportamento autenticamente compassionevole) tenendo conto che, come dice lo stesso Paul Gilbert, "abbiamo a disposizione sempre più evidenze scientifiche che dimostrano come comportarsi in modo gentile e fare cose per gli altri ha un forte impatto sul nostro benessere".

Per informazioni e prenotazioni: psicologa.altiero@gmail.com - 388 8257088

Quota di partecipazione ai 4 incontri:
100,00 euro per iscrizioni entro il 15 novembre; 
120,00 euro per iscrizioni in date successive.

Incontro di follow-up per partecipanti al programma MBSR - Mindfulness Based Stress Reduction - 3 dicembre 2020




Il 3 dicembre 2020 dalle ore 18:00 alle ore 20:30 ci sarà un incontro di follow-up per i partecipanti al programma MBSR - Mindfulness Based Stress Reduction. L'incontro si tiene online, su Zoom, ed è aperto a tutti coloro che abbiano partecipato ad un'edizione del programma MBSR sotto la mia conduzione, sia quest'anno sia negli anni scorsi.
La quota di partecipazione è di 25,00 euro per iscrizioni entro il 15 novembre 2020; di 30,00 euro per iscrizioni oltre detto termine.
Per informazioni e iscrizioni: psicologa.altiero@gmail.com - 388.8257088

domenica 25 ottobre 2020

Mindfulness: lavorare con l'invidia. Una meditazione per prenderci cura di un sentimento difficile

Oggi propongo una meditazione guidata, utile per lavorare con un sentimento difficile, come l'invidia, affinché possiamo prendercene cura, grazie al potere trasformativo della mindfulness, della compassione e dell'intenzione di mettere semi diversi, i semi benefici della gioia per la gioia altrui, nello stesso campo in cui ora cresce il sentimento opposto, la sofferenza per la gioia altrui
Qui il link alla meditazione guidata su YouTube: 
https://youtu.be/hIvb6eF1pEg
e, a seguire, un breve commento alla pratica.

L'invidia, la sofferenza che ci viene dal bene di un'altra persona, è un sentimento pesante da portare e anche problematico da riconoscere e accettare, quando arriva.
È un sentimento che può attirare biasimo da parte degli altri e anche da parte di noi stessi, della nostra voce critica interiore. È bollata come vizio capitale, sa di Inferno dantesco.
L'invidia può suggerirci pensieri che non vorremmo mai fare, contrari ai nostri valori, ai nostri principi, in contrasto con l'affetto stesso che nutriamo verso una certa persona.
Insomma può metterci in forte imbarazzo.
A volte proprio per questo ci rifiutiamo di vederla, quando arriva, la nascondiamo anche a noi stessi, la neghiamo, facciamo finta che non ci sia. Vorremmo tanto che non ci fosse, infatti. Ma quando c'è c'è e come disse qualcuno - forse Tolkien - non è tanto saggio far finta che non esistano i draghi, quando ne hai uno che ti dorme accanto nel letto.
Riconoscere l'invidia, quando emerge, può essere infatti estremamente utile, perché è solo così che possiamo prendercene cura, trattandola per quello che è: una forma di sofferenza.
Questo non significa compiacersene o minimizzarla, ma piuttosto consentirsi di osservarla con calma, notare come agisce dentro di noi, come si manifesta nel corpo, che tipo di pensieri tende a portare, verso quali comportamenti spinge. Significa in un certo senso dismettere i panni del protagonista della storia (il personaggio dell'invidioso) e assumere quelli dello spettatore, che esplora con interesse com'è fatta l'invidia mentre c'è.
Può darsi che nel fare questo scopriremo magari che sotto l'invidia sono presenti anche altri sentimenti (la rabbia, la tristezza, la paura), e che in realtà sono proprio questi sentimenti che si stanno facendo sentire, che chiedono di essere ascoltati. Forse sarà un'occasione per riconoscere di cosa abbiamo realmente bisogno e che magari non è tanto il fatto che finisca il bene, la gioia di un'altra persona, ma che compaia una fetta di bene, di gioia, anche per noi.
Forse potremmo scoprire dentro di noi anche una strana paura, basata sulla falsa credenza che a disposizione dell'umanità ci sia un quantitativo limitato di gioia e che se ne va troppa a un altro magari non ne resta per noi.
Beninteso la buona notizia è che la realtà non è così: la gioia non è come una coperta corta.
Le occasioni di gioia nelle nostre vite sono tante e varie, ognuno di noi può vivere momenti di gioia anche inaspettati, diversi magari da quelli di un'altra persona, diversi anche da quelli che ora ci sembrano l'unica possibilità che abbiamo per essere felici. E forse potremo anche notare quanta sofferenza genera questo aggrapparsi proprio a quella specifica occasione di gioia, a ciò che ora ci sfugge, e che può essere molto più salutare per noi provare a lasciar andare.
Un antidoto all'invidia può essere anche provare a controbilanciarla coltivando intenzionalmente il sentimento opposto: la gioia per la gioia altrui, in luogo della sofferenza per la gioia altrui.
Forse non è tanto semplice, ma possiamo provarci. Possiamo cominciare a mettere piccoli semi della gioia per la gioia altrui nello stesso campo in cui ora cresce la pianta dell'invidia. Per esempio possiamo accompagnare il cuore e la mente su questa intenzione con parole precise, che ripetute mentalmente ancora e ancora possano diventare una musica di sottofondo, una specie di balsamo che piano piano penetra nel nostro cuore. Parole come: che la tua gioia possa durare a lungo, che la tua fortuna e il tuo successo possano essere duraturi, che la gioia possa tenerti compagnia per tanto tempo.
Comunque vadano le cose che non dipendono da noi, e di cui per ciò stesso non abbiamo colpa, la qualità della nostra musica di sottofondo può colorirsi di questo atteggiamento intenzionale, grazie alle parole che possiamo scegliere, assumendoci una precisa responsabilità verso la nostra sofferenza, un'intenzione curativa.
***

 


***


***



***
Maria Michela Altiero, psicologa, counselor, life coach e istruttrice di pratiche di mindfulness


Contatti: www.mariamichelaaltiero.it psicologa.altiero@gmail.com +39 3888257088